RSS

Il giardino col suo muro di cinta di silenzio

14 Giu

foto paolo berasi

Il giardino col suo muro di cinta di silenzio

raduna nascosti fiori rari e inattesi petali

di profumo e colori, anfratto di celati nidi

del chiù con le sue caste uova dischiuse

al miracolo della vita; vento d’occidente

e profumi di oriente spirano leggera brezza

a inebriare il corpo e l’anima: rapita vola

sopra le pietre e emigra fino all’aquila reale,

sovrana femmina signora delle altezze

vertiginose e degli spazi senza cinta di sorta;

volteggia fiera in voli di caccia con tenaci

artigli su infrascate prede; nel pigolio dei nati

passa l’aria degli aperti confini e il sapore

delle nevi delle vette verso dove cammelli

a doppia gobba salgono scoscese altezze coperte

di neve, mai stanchi del passo che li porta

allo sguardo assoluto

respirando l’aria fine e il lontano orizzonte.

(don Giorgio)

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 14 giugno 2019 in Poesie

 

I commenti sono chiusi.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: