RSS

Il cielo immenso che hai visto fuori del quadrato della cella

04 Dic
freedom1

“Freedom” di Zenos Frudakis -Philadelphia 2000

Il cielo immenso che hai visto fuori del quadrato della cella
è il tuo cuore che lo ha visto, abitato da stelle senza numero
per questo batte ebbro di questa gioia che ti invade e tramortisce;
la festa che ha rallegrato i tuoi occhi aperti al mistero della notte
è quella tua del cuore che sa l’alto, l’immenso

stretta non la prigione ma la vana passione,
sbarre non il carcere ma le dipendenze che soffocano,
evadere, uscire all’aperto, riempirsi di boccate d’aria:
è il cuore che lo reclama
non la stretta di un abbraccio che imprigiona,
non il bicchiere di un’ebbrezza che paghi cara

ma la gioia della libertà ritrovata spaesa appena fuori come la troppa luce,
abbaglia chi è stato molto nella penombra ma appena aspirato il primo profumo
dell’aria respirata che dà le vertigini più non torni addietro

è troppo questo vento sui capelli, sulle labbra
aperte ad un sorriso non serve la seduzione ma la dedizione
è troppo la mossa aria sui piedi a suscitare
irrefrenabili passi di danza, per la sola voglia di danzare

lontano l’atteggiare, il doverlo per bassa compiacenza,
troppo bello il corpo nel suo ergersi eretto,
farsi uno con le braccia allargate, eliche e ali
rami di preghiera ventagli di festa, croce e danza, vertigini e giubilo
il cielo Tuo ritrovato e il cuore mio da Te.

(don Giorgio)

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 4 dicembre 2019 in Poesie

 

I commenti sono chiusi.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: