RSS

Preghiera davanti all’Eucarestia

06 Mar

don Giorgio

 

Dio eucaristico tu rendi ancora più fondo il Mistero.
La tua sicura presenza rende più titubanti i nostri sensi.
Saperti infinito ci stupisce la misura del tuo Pane.
Saperti onnipotente ci sorprende il tuo fragile stare.
Non vuoi atterrirci di spavento?!
Non vuoi che restiamo abbagliati dai tuoi bagliori, smarrendo te.
Vuoi che la pochezza del segno non ci blocchi,
ma che ci rimandi a te.
Solo la sproporzione smisurata ti dice.
Solo il frammento fisico del pane dice il tuo Spirito,
perché la mente non divaghi,
perché i sensi non restino impigliati nel prodigioso.
Tu vuoi che dal poco saliamo al molto,
che dal povero arriviamo alla tua ricchezza.
Che impariamo a vedere e a guardarti.
Aspettiamo come Maria Maddalena che ci chiami,
che il tuo amore ci rapisca,
che come amanti sconvolte ci gettiamo ai tuoi piedi.
Questo è adorare?! Tenere gli occhi su di te,
che mentre ti distacchi, ti avvicini nel tuo splendore,
di Dio folle, disposto a tutto per amore nostro.

I fulmini e i terremoti ci avrebbero tramortiti,
le fiamme ci avrebbero distanziati da te.
Il Tuo pane eucaristico è come brezza della tua Presenza.
Il tuo Silenzio ci libera dal frastuono delle parole.
Possiamo parlarti da cuore a Cuore. Basta già il loro stesso battito,
segreta preghiera, silenziosa invocazione,
sia che vegliamo, sia che dormiamo.
Ogni battito dice: Ti amo a te che dici di un amore eterno ti ho amato.

L’amore si dice con poco segno e molto cuore.
Stiamo qui, perché Tu stai con noi.
Ci vuole molta fede.
Ma la fede vedo meno degli occhi?
O segretamente, a poco a poco, cammina alla tua Presenza,
cammina sempre più verso di Te che vieni a noi.

Dio presente che vieni, ti amiamo e ti adoriamo.
Con tutta la nostra povertà: non ti fa problema,
ti commuove. E commuove anche noi.
Possiamo stare davanti a te con i nostri cenci.
Poi ci dirai tu, poi ci darai un abito nuovo.
Nella tua luce vediamo la luce.
A partire da questa flebile fiamma di candela,
che dice il tuo Roveto, la tua Gloria.
Ti adoriamo. Ti amiamo.
Vogliamo lasciarci amare da Te.

Don Giorgio

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 6 marzo 2020 in Celebrazioni, Poesie

 

Tag: , ,

I commenti sono chiusi.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: